Sei in > formaggio.it > Formaggio > Scamorza molisana P.A.T.

Scamorza molisana P.A.T.

Formaggio grasso, fresco o di breve stagionatura, a pasta semidura, filata.

Il nome non gli concede gli onori che merita. Presente sul banco dei formaggi di ogni negozio italiano, in particolare del sud. Di vacca, appartiene alla grande famiglia delle paste filate.

Scheda analitica

Zona di produzione

  • Molise

Territorio di produzione

Molise, territorio dell'alto Molisano.

Origine

  • Latte di Vacca

Periodo di produzione

jan
feb
mar
apr
may
jun
jul
aug
sep
oct
nov
dec

Forma e dimensione

Forma di pera con testina, il diametro è di 6-7 cm, il peso di 150-200 gr.

Storia

Dare della “scamorza” a una persone significa dire che è senza testa. Tutto questo non vale per il formaggio che porta questo nome. Tanto che preserva tutte le caratteristiche organolettiche del latte.

Tipologia di formaggio per tipo di lavorazione

Pasta filata, Pasta semidura

Tecnologia di lavorazione

Il latte pastorizzato viene inoculato con fermenti lattici e, alla temperatura di 32-36°, addizionato con caglio di vitello liquido. La cagliata, presamica, viene rotta alle dimensioni di un chicco di mais e, in seguito al suo deposito sul fondo della caldaia, viene ricoperta dal siero precedentemente estratto, per essere mantenuta alla temperatura di 45-50°. Raggiunta l'acidificazione voluta, la pasta viene filata in acqua bollente e formata a mano. La salatura è in salamoia.

Maturazione/Stagionatura

Dopo la salatura e l'asciugatura delle forme, è pronta per il consumo.

Caratteristiche del formaggio

Ha una superficie esterna priva di crosta se fresco, o definita pelle elastica e liscia se brevemente stagionato. Il colore è bianco o paglierino. La pasta è morbida, tipicamente fibrosa, di colore bianco o paglierino chiaro. L'occhiatura è assente.

Tipologia di formaggio al consumo

Formaggio grasso, fresco o di breve stagionatura, a pasta semidura, filata.

Intensità aromatica e sensazioni

Bassa, medio bassa.

Abbinamenti

Si consuma come formaggio da tavola o alla griglia. Si utilizza anche come ingrediente per piatti tipici.

Note

La pasta filata del sud dell’Italia si può classificare in paste molli, come la Mozzarella, paste semidure, come la Scamorza, e dure, come il Provolone. La Scamorza, quindi, è una via di mezzo fra le grandi paste filate ad alto contenuto di acqua e quelle a basso contenuto acquoso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Inizia una nuova discussione

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Contattaci per inserire la tua Azienda su formaggio.it

Accetto l'informativa sulla privacy

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×