Sei in > formaggio.it > Formaggio > Provola siciliana P.A.T.

Provola siciliana P.A.T.

Formaggio grasso, di breve stagionatura, a pasta semidura, filata.

La pasta filata è tipica di questo formaggio che normalmente ha una stagionatura compresa fra 1 e 3 mesi. Molto gradito dal consumatore.

Scheda analitica

Zona di produzione

  • Sicilia

Territorio di produzione

Sicilia.

Origine

  • Latte di Vacca

Periodo di produzione

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Forma e dimensione

Forma ovoidale o a pera con testina, peso di 1 kg.

Storia

Come per la maggior parte delle Provole, anche questa ha radici antiche e la sua tecnica casearia, tramandata di generazione in generazione, permette di ottenere una stagionatura da considerarsi intermedia tra la fresca Mozzarella e il longevo Caciocavallo.

Tipologia di formaggio per tipo di lavorazione

Pasta filata, Pasta semidura

Tecnologia di lavorazione

Il latte crudo di una o due munte viene riscaldato alla temperatura di 34-37° e addizionato con caglio di agnello, o di capretto, o misti. La cagliata subisce una rottura alle dimensioni di una lenticchia. La pasta viene lasciata depositare sul fondo della caldaia e, dopo una breve sosta, si estrae e si pone su tavoli di legno, dove rimane ad acidificare. Al termine, la pasta si fila con acqua a 80°. La formatura è a mano. La salatura in salamoia.

Maturazione/Stagionatura

Almeno un mese.

Caratteristiche del formaggio

La crosta è abbastanza morbida, sottile, di colore avorio o giallo o paglierino. La pasta è semidura, compatta, untuosa, di colore bianco paglierino chiaro. L'occhiatura è assente, con la presenza di fessurazioni di dimensioni e forme irregolari.

Tipologia di formaggio al consumo

Formaggio grasso, di breve stagionatura, a pasta semidura, filata.

Intensità aromatica e sensazioni

Bassa, medio bassa.

Abbinamenti

Formaggio da tavola. Si consuma anche come aperitivo, oppure in cucina, come ingrediente di molte ricette siciliane. Predilige vini bianchi.

Note

La sua storia è documentata ne “I prodotti caseari del Mezzogiorno del CNR dell'anno 1992”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia una nuova discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci per inserire la tua Azienda su formaggio.it

Accetto l'informativa sulla privacy

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×