Sei in > formaggio.it > Formaggio > Caprino P.A.T. (Marche)

Caprino P.A.T. (Marche)

Formaggio grasso, di breve, media o lunga stagionatura, a pasta semidura o dura.

La capra si alimenta con erba, rami, sterpi e altri vegetali che le vacche e le pecore disdegnano. Per questo motivo, l'uomo l’ha sempre sfruttata per ottenere un latte da lavorare crudo, subito dopo la mungitura, per fare formaggi come il Caprino marchigiano, antico come il tempo.

Scheda analitica

Zona di produzione

  • Marche
  • Emilia-Romagna

Territorio di produzione

Marche, provincia di Pesaro e Urbino, in particolare nel territori del Montefeltro e dell'alto Maceratese. Parte dell'Emilia Romagna.

Origine

  • Latte di Capra

Periodo di produzione

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Forma e dimensione

Forma cilindrica a facce piane o abbastanza concave, del diametro di 9-14 cm, con scalzo diritto o leggermente convesso, alto 6-19 cm. Il peso varia da 0,5 a 1,5 kg.

Storia

La storia dei Caprini è comune in gran parte del territorio italiano. Già prima di Cristo, le capre erano un sostentamento decisivo per la vita dell'uomo e pare che proprio al latte caprino si debba la scoperta del formaggio.

Tipologia di formaggio per tipo di lavorazione

Pasta dura, Pasta semidura

Tecnologia di lavorazione

Il latte crudo viene riscaldato alla temperatura di 35-37° e addizionato con caglio. La cagliata, presamica, subisce una rottura alle dimensioni di un chicco di riso e poi si riscalda a 40°. Dopo essere stata lasciata depositare sul fondo della caldaia, la pasta viene estratta e posta nelle fuscelle, dove viene pressata a mano. La salatura è a secco.

Maturazione/Stagionatura

Si consuma dopo un mese.

Caratteristiche del formaggio

La crosta è morbida, secca, di colore paglierino chiaro; dura, liscia e di colore marrone con la stagionatura. La pasta è abbastanza morbida, di colore bianco; dura e di colore avorio se stagionato. L'occhiatura è assente o molto rada, di dimensione fine.

Tipologia di formaggio al consumo

Formaggio grasso, di breve, media o lunga stagionatura, a pasta semidura o dura.

Intensità aromatica e sensazioni

Media, medio elevata. Può diventare abbastanza piccante.

Abbinamenti

Si degusta in purezza come antipasto, ma anche come ingrediente per primi piatti, insalate e dolci.

Note

Nelle Marche l’agricoltura ha sfruttato poco il territorio, spesso abbandonato. Le capre hanno costantemente sostituito l'uomo nella “pulizia” di queste zone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia una nuova discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci per inserire la tua Azienda su formaggio.it

Accetto l'informativa sulla privacy

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×